OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 2/2018

1. La Corte di giustizia si pronuncia sulla determinazione della data per valutare lo status di “minore” di un rifugiato ai fini dell’esercizio del suo diritto al ricongiungimento familiare alle condizioni più favorevoli previste dalla direttiva 2003/86/CE (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 1/2018

1. La Corte di giustizia chiarisce le modalità ed i termini per la formulazione da parte di uno Stato membro UE di una richiesta di ripresa in carico di un richiedente protezione internazionale nello Stato membro competente ai sensi del regolamento Dublino III (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 5/2017

1.  La Corte di Giustizia dell’Unione torna a pronunciarsi sulla necessità di garantire, ad un minore che non abbia mai esercitato il diritto alla libera circolazione in un altro Stato membro, il godimento effettivo del nucleo essenziale dei diritti della cittadinanza UE (Michele Messina).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 4/2017

1. La Corte di giustizia afferma la validità giuridica del meccanismo provvisorio di ricollocazione obbligatoria dei richiedenti protezione internazionale. A quando la volontà politica di alcuni Stati membri UE di ottemperarvi? (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 3/2017

1. Il principio dell’interesse superiore del minore e l’affermarsi della nozione di dipendenza c.d. “affettiva” del minore, cittadino UE, dal genitore, cittadino di un paese terzo, ai fini del riconoscimento nei confronti di quest’ultimo di un diritto di soggiorno nello Stato membro UE in questione (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 2/2017

1. La Corte di giustizia si pronuncia sul divieto posto dal datore di lavoro privato di indossare il velo islamico durante l’orario di lavoro (Rosanna La Rosa).

2. La Corte di giustizia interpreta la nozione di “minaccia per la sicurezza pubblica” come causa del rifiuto di ammissione nel territorio di uno Stato membro UE di uno studente cittadino di uno Stato terzo laureatosi presso un’università colpita da misure restrittive dell’Unione (Michele Messina).

3. La Corte di giustizia si pronuncia, nel contesto del “Regolamento Dublino III”, sul trasferimento di un richiedente asilo in uno Stato membro in cui sono assenti carenze sistemiche nel sistema di asilo. Necessità di considerare lo stato di salute del richiedente prima di procedere al trasferimento (Rosanna La Rosa).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 1/2017

1. La Corte di giustizia si pronuncia sulla portata della nozione di «atti contrari alle finalità e ai principi delle Nazioni Unite» ai fini del rifiuto dell’attribuzione dello status di rifugiato ai sensi della “direttiva qualifiche” (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 5/2016

1. La Corte di giustizia ritiene compatibile con il diritto UE una normativa nazionale che escludeva dal diritto a prestazioni di vecchiaia alcuni ex lavoratori marittimi cittadini di uno Stato terzo divenuto membro dell’Unione solo successivamente al compimento di tali periodi contributivi (Michele Messina) 


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 4/2016

1. La Corte di Giustizia dell’Unione torna a pronunciarsi sulla necessità di garantire, ad un minore che non abbia mai esercitato il diritto alla libera circolazione in un altro Stato membro, il godimento effettivo del nucleo essenziale dei diritti della cittadinanza UE (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 3/2016

1. La Corte di giustizia “tollera” che l’ordinamento britannico riconosca l’accesso ai benefici degli assegni familiari e del credito d’imposta ai soli cittadini degli altri Stati membri titolari di un diritto di soggiorno legale nel Regno Unito (Michele Messina).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 2/2016

1. La Corte di giustizia si pronuncia sulle “nuove” condizioni più restrittive previste dalla normativa nazionale di uno Stato membro UE in materia di ricongiungimento familiare di cittadini turchi economicamente attivi in possesso di un permesso di soggiorno a tempo indeterminato nello Stato membro in questione, da parte di familiari economicamente inattivi (Michele Messina).

2. Il ne bis in idem nello spazio europeo di giustizia: sulla decisione di non luogo a procedere in presenza di nuovi elementi di prova (Anna Iermano).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 1/2016

1.The Court of Justice refines the meaning of freedom of movement for third country nationals who are beneficiaries of subsidiary protection (Salvo Nicolosi).

2La Corte di giustizia si pronuncia sulla legittimità della normativa UE sul trattenimento di un richiedente protezione internazionale per motivi di sicurezza nazionale o di ordine pubblico (Michele Messina)

3. La Corte di Giustizia si misura per la prima volta sull’applicazione del principio di non discriminazione per motivi etnico razziali nei confronti della minoranza Rom (Cristina Montefusco)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 5/2015

1. La Corte di giustizia chiarisce la portata dell’obbligo di integrazione per i cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo (Salvo Nicolosi, Loredana D'Alfonso)

2. La Corte di giustizia si pronuncia sulla compatibilità con il diritto UE di una normativa nazionale (italiana) che prevede una pena detentiva per i cittadini di paesi terzi che, dopo un primo rimpatrio perché irregolari, trasgrediscono il divieto di reingresso nel territorio dello stesso Stato membro (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 4/2015

1. La Corte di giustizia si pronuncia sulla revoca del permesso di soggiorno nei confronti di un rifugiato a causa della sua partecipazione alle attività di un’organizzazione terroristica figurante nell’elenco predisposto dall’UE (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 3/2015

1. La Corte di giustizia afferma che il regolamento dell’Unione sugli elementi biometrici dei passaporti e dei documenti di viaggio non impedisce ad un ordinamento nazionale di utilizzare e conservare i dati rilevati per fini diversi da quelli contemplati nel regolamento in questione (Michele Messina)

2. La Corte di giustizia statuisce che il programma di acquisto dei titoli di Stato sui mercati secondari (OMT) da parte della BCE è compatibile con il diritto dell’Unione (Gerardo Fortuna)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 2/2015

1. La Corte di giustizia esclude che la condanna ad una pena detentiva o il congedo con disonore, in conseguenza di un rifiuto sopraggiunto di prestare servizio militare in un conflitto, possa costituire un atto di persecuzione ai fini della concessione dello status di rifugiato (Michele Messina)


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 1/2015

1. La Corte di giustizia precisa l’ambito di applicazione della direttiva 2004/83, in particolare, i requisiti stabiliti dal legislatore dell’Unione per la concessione dello status di protezione sussidiaria, con riferimento ad una persona sofferente di una grave malattia (Michele Messina).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 5/2014

1. La Corte di giustizia UE si pronuncia, positivamente, nei confronti della normativa nazionale di uno Stato membro UE che esclude i cittadini economicamente inattivi di un altro Stato membro, che soggiornano nel proprio erritorio, dall’accesso a talune prestazioni sociali a parità di trattamento rispetto ai cittadini nazionali dello Stato membro ospitante (Michele Messina).


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 4/2014

1. La Corte di giustizia UE si esprime sul possesso del requisito anagrafico minimo richiesto al soggiornante e al coniuge ai fini del ricongiungimento familiare ai sensi della direttiva 2003/86/CE (Michele Messina).

2. La Corte di giustizia precisa che un prolungamento dello stato di trattenimento dei migranti in attesa di rimpatrio non può essere giustificato dalla semplice mancanza di documenti di identità (Salvo Nicolosi).

Scarica l'intero osservatorio


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 3/2014

1. La Corte di giustizia precisa le condizioni per la richiesta di protezione sussidiaria nel rispetto del diritto ad una buona amministrazione sancito dall’articolo 41 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (Rosanna La Rosa).

2. La Corte di giustizia si pronuncia, ancora una volta, sui limiti di applicabilità della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (Rosanna La Rosa).

3. La Corte di giustizia estende al gestore del motore di ricerca la responsabilità di garantire il diritto all’oblio nei confronti delle persone fisiche (Michele Messina).

4. La Corte di giustizia UE si pronuncia sulla compatibilità con la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione delle condizioni restrittive per l’applicazione del principio del ne bis in idem nello spazio Schengen (Michele Messina).

Scarica l'intero osservatorio

 


OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N. 2/2014

1. Condizioni di vita dignitose per i richiedenti asilo a cominciare dall’alloggio. Possibilità di ricorrere al mercato privato del lavoro (Rosanna La Rosa).

2. Maternità surrogata: la normativa dell’Unione europea non contempla il diritto di una madre committente ad ottenere un congedo retribuito di maternità (Rosanna La Rosa).

3. La Corte di giustizia Ue si pronuncia sulla proporzionalità delle misure in materia di conservazione di dati generati o trattati nell’ambito della fornitura di servizi di comunicazione elettronica e ne dichiara la loro invalidità (Michele Messina).

Scarica l'intero osservatorio

 

OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA N.1/2014

Scarica l'intero osservatorio